Climatizzatori senza unità esterna: cosa sono? In quali casi sono ideali?

Climatizzatori senza unità esterna: cosa sono? In quali casi sono ideali?

1Apr13

I climatizzatori privi di unità esterna sono dei modelli particolarmente interessanti e molto apprezzati per la loro praticità.

Come noto un climatizzatore tradizionale si compone di due elementi: la parte interna, dalla quale viene emessa l’aria condizionata, e quella esterna, che può dunque essere notata osservando la facciata dell’edificio.

Il fatto di dover applicare un’unità esterna rappresenta un problema non da poco: oltre al fatto che tali climatizzatori rendono necessario l’intervento di un installatore professionista, va sottolineato anche che in taluni contesti l’unità esterna può essere perfino vietata.

In alcuni edifici, soprattutto dei condomini, è fatto divieto di installare unità esterne di climatizzazione, proprio perché si ritiene possano penalizzare l’armonia estetica dell’edificio.

In caso di limitazioni come queste, ovviamente, l’acquisto di un climatizzatore privo di unità esterna consente di bypassare qualsiasi limite.

Per scegliere il modello più adatto al proprio caso è fondamentale chiedersi anzitutto quali sono le proprie esigenze, bisogna quindi considerare l’ampiezza degli ambienti da climatizzare, e bisogna chiedersi se si necessita di un condizionamento saltuario o costante.

Oltre a questo, ovviamente, è molto utile valutare l’efficienza energetica del modello, le sue funzionalità e tutte le altre caratteristiche tecniche, e in quest’ottica è sicuramente un buon consiglio quello di consultare numerose recensioni prima di procedere all’acquisto.