Riscaldamento domestico: come assicurarsi il miglior comfort senza spendere troppo

Riscaldamento domestico: come assicurarsi il miglior comfort senza spendere troppo

riscaldamento-domestico-come-assicurarsi-il-miglior-comfort-senza-spendere-troppo

Desiderare degli ambienti ben riscaldati nella propria casa durante i mesi invernali è assolutamente legittimo, tuttavia c’è da considerare anche che la bolletta può risentire non poco di un utilizzo massiccio del riscaldamento.

Come fare, dunque, a conciliare il risparmio con un piacevole calore domestico? Tenendo sempre in considerazione alcuni piccoli accorgimenti è possibile ridurre le spese in modo davvero consistente senza che il comfort ne risenta.

Anzitutto può essere una buona idea quella di far sfiatare l’aria dai caloriferi, soprattutto quando inizia la stagione invernale, dunque quando si riprendono ad utilizzare i termosifoni dopo mesi di stop.

Aprendo l’apposita valvola posizionata al lato del termosifone si può così favorire l’uniforme distribuzione del calore sulla superficie del termosifone.

Affinché il termosifone adempia al meglio alla sua funzione, inoltre, deve essere liberato da qualsiasi “ostacolo” che può ostacolare la diffusione del calore nell’ambiente in cui si trova.

Se si utilizza il termosifone in modo improprio, ovvero ad esempio posizionando sul medesimo dei capi di abbigliamento da asciugare, la sua normale capacità di propagazione del calore verrà alterata, in quanto le temperature calde non riusciranno ad irraggiarsi in modo efficace.

Alla luce di quanto detto, un errore molto frequente è ad esempio quello di collocare il divano al ridosso del termosifone: avere vicino il caldo del termosifone mentre si è accomodati è piacevole, certo, ma il tessuto del divano attenua in modo importante la diffusione del calore nella stanza.

Se si vuol amplificare il calore emanato da un termosifone può essere una buona idea quella di applicare dietro al medesimo un foglio di alluminio isolante, i quali “riflettono” il calore amplificando l’effetto della temperatura percepita.

Per assicurarsi un buon calore riducendo al minimo i consumi è importantissimo badare all’isolamento termico: gli infissi, da questo punto di vista, hanno un ruolo fondamentale, dunque è indispensabile installare dei serramenti di qualità, laddove necessario inoltre è utilissimo utilizzare dei paraspifferi.

Un ottimo aiuto alle finestre e alle portefinestre può essere offerto inoltre da tapparelle e persiane: richiudendole, soprattutto nelle ore serali è notturne, si può favorire l’isolamento termico.

Per mantenere degli ambienti caldi in casa può essere un’ottima idea quella di gestire con attenzione le tende: nelle ore diurne, se il sole è forte, è preferibile aprirle, in modo che gli interni “catturino” i caldi raggi solari, al contrario la sera è preferibile richiuderle per ridurre la dispersione del calore interno.

Infine un consiglio semplice, ma mai superfluo: nel regolare il riscaldamento degli ambienti interni non bisogna mai esagerare.

La temperatura ideale degli interni è attorno ai 20°C, ed eccedere non può che far lievitare i costi inutilmente.